Sei su: Itinerari » Facili » Itinerario 04 (TORGIANO E DERUTA TRA VINO E MAIOLICHE)

ITINERARIO 04


TORGIANO E DERUTA TRA VINO E MAIOLICHE
Torgiano, Pontenuovo, Deruta, Casalina, Papiano Stazione, Fanciullata, Santa Maria Rossa, S. Martino in Campo, Torgiano

Scheda Tecnica

Partenza e arrivo: Torgiano
Distanza: 27,5 km
Dislivello: 250 metri
Difficoltà: facile
Fondo stradale: asfalto, sterrato
Bici consigliata: ibrida, mtb
Da vedere in zona: Torgiano, Deruta, Parco del Tevere e del Chiascio

Situato a pochi chilometri da Perugia, Torgiano è un antico borgo medievale posto sulla confluenza del fiume Chiascio con il Tevere, in mezzo a colline sinuose tappezzate di vigneti ed uliveti, che lo hanno reso famoso per la qualità del vino e dell’olio.

Il nostro itinerario parte da Torre Baglioni, antica costruzione realizzata nel XIII secolo e posta appena fuori dal centro storico. Usciamo da Torgiano scendendo in direzione di Bettona e Deruta e al termine della breve discesa, in corrispondenza di un semaforo, giriamo a destra.

Dopo circa un chilometro e mezzo, subito dopo aver superato il ponte sul Fiume Chiascio, giriamo a destra continuando a seguire le indicazioni per Deruta e lasciando Torgiano alla nostra destra.

Superato Pontenuovo, arriviamo a Deruta, città della ceramica, dopo circa 7 chilometri e deviando a sinistra rispetto all’itinerario di base sarà possibile raggiungere in meno di un chilometro il centro storico del paese da cui si gode una bella visuale sul territorio circostante, caratterizzato dal passaggio del Tevere e da una connotazione ancora prevalentemente rurale.

Usciti da Deruta proseguiamo seguendo le indicazioni per Casalina, dove arriviamo al chilometro 11 dopo aver superato un paio di brevi strappetti.

Qui giriamo a destra seguendo le indicazioni per Papiano.

Al chilometro 13,5 giriamo ancora a destra verso Papiano stazione e poco prima del passaggio a livello, anziché reimmetterci sulla strada principale, prendiamo a destra una stradina secondaria che per alcuni chilometri scorre tra la ferrovia e i campi coltivati e che presenta anche un tratto di sterrato ben battuto.

Terminato il tratto di strada bianca, all’incrocio prendiamo la seconda a destra e continuiamo a pedalare in mezzo a fattorie e campi coltivati fino all’incrocio con la SP377 dove giriamo a sinistra ed entriamo a Fanciullata.

Al successivo incrocio giriamo a destra verso Perugia e teniamo la destra anche alla diramazione che incontriamo al chilometro 18,7.

Al chilometro 20,5 incrociamo la SP375 e la imbocchiamo verso destra in direzione di Perugia, proseguendo sempre diritti fino a San Martino in Campo.

Giunti a San Martino, al chilometro 23,5, troviamo una rotonda dove giriamo ancora a destra seguendo le indicazioni per Torgiano: superiamo prima il ponte sulla E45 e poco più avanti il ponte sul Fiume Tevere prima di iniziare la breve salita che riconduce al centro del paese, che inizia proprio in corrispondenza delle Cantine Lungarotti.

Salendo verso il centro storico, sulla sinistra si possono osservare le distese di vigneti che hanno reso famosa questa cittadina per il suo vino e, appena più lontano, il profilo inconfondibile di Perugia e del Monte Subasio.

Arrivati in cima alla salita si gira a destra e in pochi metri ci si ritrova al punto di partenza.




Da non perdere

Nel centro di Torgiano, la Torre Baglioni, testimonianza dell’antica cinta muraria fortificata, e due fontane, opera dell'artista Nino Caruso: la Fonte di Giano e la Fonte dei Cocciari. Da vedere anche molti edifici religiosi, come la Chiesa di San Bartolomeo, la Chiesa di Santa Maria del Castello e la Chiesa della Madonna dell’Ulivello.
A Torgiano si possono visitare anche il Museo del Vino, uno dei più famosi musei enologici in Italia, ideato e realizzato da Giorgio e Maria Grazia Lungarotti, che ha sede nel seicentesco Palazzo Graziani-Baglioni di epoca barocca, ed il Museo dell’Olivo e dell’Olio, situato in un piccolo nucleo di abitazioni medioevali all'interno delle mura.

A Deruta, famosa per la produzione di ceramica e maioliche, da vedere la Porta San Michele Arcangelo ai cui lati vi sono tracce dell’antica cinta muraria, la piazzetta Biordo Michelotti, su cui si affaccia la chiesa di San Michele Arcangelo con facciata romano-gotica, la piazza dei Consoli con il Palazzo comunale, sede della Pinacoteca.

Il paesaggio prevalentemente agreste che si sviluppa lungo il corso del Tevere.


Planimetria

Planimetria

Cartografia Iter Edizioni, Subiaco (Roma). Tel. 0774/84900


Altimetria

Altimetria

Valid XHTML/CSS / Desing & Code Bifoz.com

© Copyright 2008-2011 Bike in Umbria